Scuola Digitale

SCUOLA DIGITALE - UNA NUOVA DIDATTICA

LA SCUOLA DIGITALE DIDATTICA DIGITALE 
Per rendersi conto delle radicali innovazioni connesse alla didattica
digitale, occorre prendere consapevolezza della ricchezza di
contenuti disciplinari, di metodologie e strategie didattiche di
percorsi di apprendimento, di indicazioni organizzative presenti
nella rete. Internet è veramente il grande maestro da cui bisogna
acquisire le competenze fondamentali per rinnovare la formazione
professionale dei docenti di ogni ordine e grado di scuola. Nuova
professionalità costituita essenzialmente anche da abilità
operative nel campo delle nuove tecnologie informatiche, che
consentano a docenti e alunni di utilizzarle strumenti di ricerca
in generale e dei link didattici specifici. . Le nuove tecnologie
non devono essere percepite e considerate come ostacoli o fonti di
distrazione, bensì come risorse oramai insostituibili che il
Docente Digitale deve non solo conoscere, ma padroneggiare e
sfruttare correttamente in ambito didattico, in piena concordanza
con i modelli pedagogici costruttivista e socio-costruttivista, che
giustamente vedono le TIC come strumenti insostituibili per
potenziare una didattica incentrata sull'individuo e sulla sua
partecipazione a nuove dinamiche formative, basate sulla
partecipazione, sulla condivisione e sull'acquisizione autonoma e
personale - ancorché guidata e facilitata dal docente - di nuove
conoscenze e competenze. La scuola digitale deve insegnare ai
ragazzi a muoversi all’interno di un ambiente multidisciplinare,
che li aiuti “ad analizzare la situazione da diversi punti di
vista, a rielaborare criticamente le proprie conoscenze
utilizzandole per raggiungere un apprendimento personalizzato”
Dalla centralità del docente che insegna, il focus passa
all’apprendimento e, quindi, allo studente: tutte le scuole devono
ora certificare per competenze e Curriculum mapping è uno strumento
che facilita questo percorso. A rendere possibile, o meglio a
facilitare, la realizzazione della didattica per competenze è una
nuova piattaforma web, Curriculum mapping*, studiata per aiutare i
docenti a mettere in pratica questo nuovo sistema che prevede in
pratica l’abbandono della vecchia struttura scolastica rigidamente
divisa per discipline. La didattica si incentra infatti sulle unità
di apprendimento, basate su un approccio multidisciplinare e
trasversale che si sviluppa su più materie contemporaneamente.
Curriculum mapping rappresenta la frontiera dell’impegno di
Fondazione nella volontà di generare valore e progresso per il
sistema scolastico nazionale. A sottolineare la necessità di
adeguare il sistema educativo dal punto di vista tecnologico, il
Miur ha presentato IL PNSD un piano specifico di investimenti per
l’adeguamento del sistema scolastico dal punto di vista digitale,
sia a livello di infrastrutture che di didattica e di formazione..
Il nuovo strumento è stato illustrato in chiave didattica. dalla
classe scomposta, in cui i ragazzi si organizzano in aula sulla
base delle diverse attività, alla flipped classoroom, dove gli
studenti verificano a scuola quello che hanno già studiato da soli
online a casa, Alcuni insegnanti stanno sperimentando questa nuova
didattica che ribalta tempi e luoghi. Si chiama classe rovesciata.
Consiste nell’invertire il luogo dove si segue la lezione (a casa
propria anziché a scuola) con quello in cui si studia e si fanno i
compiti (a scuola anziché a casa). classe capovolta «L’insegnamento
capovolto nasce dal fatto che i vecchi sistemi non funzionano più,
i risultati sono inferiori alle aspettative, la formazione dei
giovani non corrisponde alle esigenze delle aziende»,«L’idea è far
vedere ai ragazzi alcuni video sull’argomento da trattare prima
della lezione, liberando così in classe un’incredibile quantità di
tempo», Tempo per esercitazioni in gruppo, laboratori, compiti,
studio di casi, approfondimento. Ma anche tempo per seguire,
finalmente, i ragazzi con bisogni educativi speciali- CAMBIA
L’ARCHITETTURA SCOLASTICA, gli arredi e tutti gli spazi della
scuola, debbano essere ripensati sulla base del modello pedagogico
che sta alla base delle scelte di Istituto. Gli spazi esistenti
renderli adatti alle nuove metodologie Per l’autoapprendimento di
conoscenze e competenze collegate ai temi specificati si propongono
itinerari didattici articolati e supportati da link fondamentali,
che possono essere aperti cliccando con il tasto Ctrl e con il mous
sul link indicato. INGRESSO Prove di ingresso di italiano, storia e
geografia, per gli alunni di prima media. »Già nei primi giorni di
scuola è possibile farsi rapidamente un'idea delle abilità e delle
conoscenze degli alunni di undici anni (Se ti interessa un
confronto, ho riportato in fondo alla pagina una tabella che mostra
la media dei risultati conseguiti da una decina di classi) . Sono
proposti numerosi test che richiedono fra due e tre ore di lavoro
ai ragazzi. è comunque possibile interrompere la prova in qualunque
momento: quando lo si riprende, si parte dal punto in cui si è
arrivati. sono presenti le seguenti prove: A) Comprensione della
lettura, per valutare: l'individuazione di fatti espliciti; la
capacità inferenziale; l'individuazione degli scopi del narratore;
la comprensione del lessico. B) Esercizi logico-linguistici. C)
Esercizi per la comprensione delle relazioni causali semplici e
complesse. D) Esercizi di analisi grammaticale semplificata e
completa. E) Esercizi di analisi logica semplificata. F) Esercizi
di orientamento nella cronologia storica. G) Esercizi di conoscenza
del territorio italiano: su una carta fisica su una carta politica.
Al termine della prova si può consultare l'archivio ed è possibile
stampare un quadro riassuntivo della classe ed i quadri analitici
per ogni alunno.
ALCUNI LINK interessanti soprattutto L ultimo per i docenti di lettere che comprende
un questionario sulla divina commedia.
https://www.facebook.com/APPperPROF/posts/2014995302100968</a>
<a href="https://www.facebook.com/groups/insegnantiduepuntozero/permalink/ht">https://www.facebook.com/groups/insegnantiduepuntozero/permalink/ht</a>
<a href="https://www.facebook.com/groups/insegnantiduepuntozero/permalink/1442916339169753/">https://www.facebook.com/groups/insegnantiduepuntozero/permalink/1442916339169753/
 

PNSD - "Futura - 3 giorni per il Piano Nazionale Scuola Digitale: formazione, dibattiti, esperienze"

Da: 
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
A: 
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Data: 14 gennaio 2018 alle 10.26
Oggetto: PNSD - "Futura - 3 giorni per il Piano Nazionale Scuola Digitale:
formazione, dibattiti, esperienze"
Direzione Generale per gli interventi in materia di edilizia scolastica, per la
gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale
 Cari Animatori digitali,
a due anni dalla definizione del Piano che ha stabilito i principali indirizzi in
materia di innovazione della scuola italiana, anche in questo anno scolastico il
Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca promuove
un'iniziativa legata alla diffusione delle azioni del PNSD. "Futura - 3 giorni per
il Piano Nazionale Scuola Digitale: formazione, dibattiti, esperienze" sta per
aprire le porte a Bologna dal 18 al 20 gennaio 2018.
Ci rivolgiamo a voi, innovatori della scuola italiana, per chiedervi di esserci non
come semplici spettatori, ma come protagonisti per portare il digitale al centro
della didattica nelle scuole, per lanciare progetti comuni, per moltiplicare il
valore delle connessioni e dell’impatto delle singole azioni. A Bologna ci sarà
formazione, ispirazione, immaginazione, condivisione e molto altro.  
Trovate il programma e le modalità di iscrizione alla pagina
http://www.istruzione.it/scuola_digitale/prog-festa-pnsd.shtml.
Per partecipare alle iniziative formative è necessario prenotarsi accedendo alle
aree specifiche e registrandosi ai singoli workshop/conferenze. Molti workshop sono
con posti limitati e potranno essere prenotati fino a esaurimento posti.
Le scuole possono iscrivere gruppi classe di studentesse e di studenti, con relativi
docenti accompagnatori, fino al limite dei posti consentiti nelle aree ad accesso
libero.
Vi aspettiamo.
Direzione Generale per gli interventi in materia di edilizia scolastica, per la
gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale 
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
 

INFORMARSI PER INFORMARE

SI PUBBLICANO LE LOCANDINE ALLEGATE

Allegati:
Scarica questo file (LOCANDINA 1.pdf)LOCANDINA 1[LOCANDINA 1]971 Kb
Scarica questo file (LOCANDINA 2.pdf)LOCANDINA 2[LOCANDINA 2]139 Kb
 

informarsi per informare: CodeWeekEU

 

Il nostro Istituto Comprensivo ha aderito L CodeWeekEU

2017

In occasione della settimana del CODING .........................................................................................................

Il coding entra sempre di più nelle aule scolastiche italiane, a dimostrazione che la didattica ha compreso l'importanza di questo strumento.

Inoltre, lo stesso Ministero ha più volte sottolineato l'importanza del coding a scuola, incoraggiando la diffusione in tutto il territorio nazionale.

Ma cos'è il coding? Nel linguaggio informatico, si intende la stesura di un programma, cioè una sequenza di istruzioni eseguite da un calcolatore.
Ma il concetto di coding è strettamente connesso a quello di pensiero computazionale, che altro non è che un approccio inedito ai problemi e alla loro soluzione.

Grazie al coding, gli studenti sviluppano il pensiero computazionale e l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi. Ciò vuol dire che non s'impara solo a programmare, si programma per apprendere.


Lo scopo per gli alunni è quello quindi non di saper usare o meno un computer ma di produrre piccoli programmi come videogiochi o brevi sequenze, sul modello di quanto avviene già in molte scuole straniere, soprattutto anglosassoni.

Ovviamente, se l'apprendimento fa rima con divertimento, è molto meglio, specie per gli alunni più piccoli.
Per cui, questi giovanissimi programmatori, sono chiamati utilizzando un tablet, un pc o in alcuni casi un robot, ad animare, far prendere vita, imparare a fare muovere i loro personaggi in un certo modo. Non dimentichiamo che la prima forma di apprendimento si localizza proprio nel gioco.

Nella scuola primaria si utilizza molto Scratch o Scratch Jr. per i più piccoli, ovvero un ambiente di programmazione gratuito, con un linguaggio di programmazione di tipo grafico. Tale linguaggio, ispirato alla teoria costruzionista dell'apprendimento e progettato per l'insegnamento della programmazione tramite primitive visive, è adatto a studenti, insegnanti e genitori, ed utilizzabile per progetti pedagogici e di intrattenimento che spaziano dalla matematica alla scienza, consentendo la realizzazione di simulazioni, visualizzazione di esperimenti, animazioni, musica, arte interattiva, e semplici giochi.

Ci sono anche gli esercizi del sito code.org, che sono giochi a tutti gli effetti, dove i bambini giocano e vincere ogni sfida e ogni vittoria significa risolvere problemi. Piccoli problemi come ad esempio evitare un ostacolo non farsi catturare da uno dei personaggi cattivi della storia.

Ma se parliamo di Coding e pensiero computazionale, non possiamo non citare la robotica educativa, cioè l'apprendimento dei ragazzi ad assemblare un kit robot da costruire e successivamente da programmare.

Vi invito a navigare nei seguenti link che offrono esempi pratici di coding e scratch.

http://www.iccasalotti.it/attachments/article/588/CODING.pdf

https://www.robotiko.it/coding-e-pensiero-computazionale/

http://www.indire.it/wp-content/uploads/2016/06/Coding_eTwinning_Patassini.pdf

SCRATCH

https://scratch.mit.edu/projects/174192554/#editor

http://www.icnovellinatalucci.it/index.php/news/780-progetto-coding-e-robotica-classi-prime

http://blog.deascuola.it/articoli/coding-scuola

http://blog.deascuola.it/articoli/coding-scuola-scratch

 

amministrazione trasparente

scuola digitale

inclusione

Calendario eventi

Marzo 2019
L M M G V S D
25 26 27 28 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Ultimi eventi

Nessun evento

Portali scolastici

ministero istruzione

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

fse

pon in chiaro

indire

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy